News Promo ed Eventi

LE NORMATIVE RIGUARDANTI L'ABBIGLIAMENTO DA LAVORO

Le normative riguardanti l’abbigliamento da lavoro sono da ricercare nella EN 340/95 che disciplina i requisiti generali dell’abbigliamento di 1^ categoria, ovvero ergonomia, sistema di misurazione delle taglie, invecchiamento, marcatura CE e tutte le informazioni che l’abbigliamento deve riportare.


I capi che devono garantire una protezione in ambiti lavorativi con maggiori rischi a carico dell’operatore rispondono a norma di 2^ e 3^ categoria.


Pertanto la norma sopra elencata viene completata da molte altre norme specifiche per i diversi settori: dalla EN 368 del 1993 per indumenti di protezione contro agenti chimici liquidi, dalla EN 531 del 1997 per indumenti di protezione contro il calore, dalla EN 342 per protezione isotermica, dalla EN 343 per i capi impermeabili.

La norma EN 471:94 tratta gli indumenti ad alta visibilità.
La norma EN 470-1:96 (parte I) disciplina invece i requisiti generali per gli indumenti di protezione per operazioni di saldatura e procedimenti connessi.

La norma EN 531:97 indica i requisiti da soddisfare per gli indumenti di protezione per lavoratori dell’industria esposti al calore (escluso Vigili del Fuoco e saldatori);

la norma EN 510 interessa i capi antimpigliamento; le norme EN 13034 e EN 1149 regolano i capi di protezione antiacido e antistatico.